Chi sono i Futuri Creatori di Backlink

Nei precedenti articoli hai potuto imparare perché le strategie SEO del vecchio mondo come pubblicare contenuti su un normale le basi e l’ottimizzazione dei contenuti relativi alle parole chiave a coda lunga non funzionano più.

Ti ho anche mostrato perché il nuovo mondo della SEO funziona molto meglio.

Quindi: qual è il primo passo verso la SEO che in realtà ottiene risultati?

Creare contenuti che attraggono le persone con il potere di condividerle.
Conosciuto anche come Linkreators.

E in questo articolo, ti aiuterò a iniziare questo processo.
Nello specifico, imparerai chi sono i Linkreators  e perché i tuoi Linkreators sono la chiave per avere successo con la SEO di oggi.

Quindi, nell’articolo 2, ti mostrerò esattamente come trovare i tuoi Linkreator, passo dopo passo.

E nell’articolo 3 imparerai come sviluppare un argomento vincente che si rivolge direttamente ai Linkreators nel tuo industria.

Infine, nellarticolo 4 ti mostrerò le mie strategie di ricerca avanzata per parole chiave preferite. In particolare, lo farai impara come trovare una parola chiave a media coda per la tua pagina Power.

Con ciò, entriamo nella spiegazione di oggi.
Qualche tempo fa ho collaborato con un gruppo di società di software SEO, come SEMrush e Ahrefs, per condurre i più grandi fattori di ranking dei motori di ricerca studiano mai.

Insieme, abbiamo analizzato oltre 1 milione di risultati di ricerca di Google per scoprire quali fattori sono correlati per primi pagina classifica di Google.

Quindi, cosa abbiamo trovato?

Abbiamo trovato il numero di siti che collegano a una pagina correlata con classifiche più di ogni altro fattore.

In altre parole, più siti si collegano alla tua pagina, più alto sarà classificato in Google. E il nostro studio non è l’unico che ha rilevato che, nonostante molti aggiornamenti e modifiche, l’algoritmo di Google è ancora fortemente dipendente dai backlink.

Di fatto, Google ha confermato che i link sono uno dei primi 3 segnali di classifica.

In Linea di fondo? Nonostante il fatto che molte persone dicano che i link non contano tanto quanto un tempo, i dati (e riporta direttamente da Google) mostrano che i collegamenti costituiscono ancora il fondamento del loro algoritmo.

La domanda è:
COME fai convincere le persone a collegarti a te?
Bene, il primo passo è identificare le persone che hanno il potere di condividere e collegare ai tuoi contenuti. Anche conosciuto come i tuoi Linkreators.

Mi spiegherò meglio:
Hai due tipi di persone che visitano il tuo sito: persone che gestiscono un sito web nel tuo settore e persone che non lo gestiscono.

Ora molte persone scrivono contenuti esclusivamente per il loro cliente target.
In altre parole, il loro contenuto si rivolge a quest’ultimo gruppo (persone che non gestiscono siti Web nel proprio settore).

Il problema con questo approccio è che queste persone non si collegheranno MAI al tuo sito web.

Perché? Perché non gestiscono un sito web nella tua nicchia!

D’altra parte, le persone che oggi riescono con il SEO, creano contenuti che fanno appello al primo gruppomenzionato – persone che gestiscono siti web nel loro settore.

Lascia che ti spieghi la differenza con una breve storia.
Nel corso della giornata ho fatto molte consulenze per le agenzie SEO che venivano da me con i loro clienti più stimolanti e li aiutavo a sviluppare un piano per la creazione dei contenuto e di costruzione di link.

E ricordo che alcuni anni fa stavo terminando una chiamata con una di queste agenzie SEO, e loro dissero qualcosa che mi ha scioccato.

Stavo per riattaccare, quando il CEO di questa agenzia, chiamiamolo Jim, mi ha detto:
“Grazie John. E ‘stato davvero d’aiuto. Ancora una domanda: come possiamo ottenere un punteggio più alto per il nostro luogo?”.
E quando guardo i contenuti che l’agenzia di Jim stava mettendo fuori, ho potuto capire perché ha lottato subito.

Quando ho letto gli ultimi post sul suo blog c’erano cose come:

  • “5 modi per ottimizzare i tag del titolo”
  • “L’importanza di SEO per le piccole imprese”
  • “7 suggerimenti per la ricerca di parole chiave”

Guarda:
So che la sua agenzia sta cercando di attirare la sua potenziale clientela di proprietari di piccole imprese. ottengo quella.

Ma il problema è che il loro potenziale cliente – come un dentista o un avvocato – non ha MAI intenzione di collegarsi a lui. Non c’e’ modo.

Perché? Perché quel dentista o avvocato non possiede un sito web nella nicchia del marketing.

Il che significa che non si collegheranno mai al suo sito, indipendentemente da quanto amino il suo contenuto.

In altre parole, i clienti di Jim non fanno parte dei Linkreators nel suo settore.
Nonostante ciò, Jim sta creando contenuti che fanno appello rigorosamente a questi potenziali clienti: proprietari di piccole imprese come dentisti, avvocati e negozi di fiori.

Sfortunatamente, questo è l’approccio consigliato dalla maggior parte dei cosiddetti esperti SEO. Dicono cose come “Crea ottimi contenuti per i tuoi potenziali clienti e il traffico e le classifiche seguiranno.

Anche se ciò sembra bello in teoria, non funziona nel mondo reale.

Fortunatamente, hai fatto la giusta scelta aderendo a SEOJAM.

Perché qui è dove imparerai la verità sulla creazione di contenuti che generano la prima pagina di Google classifiche.
E la verità è che, per avere successo con SEO, è necessario creare contenuti che facciano appello al tuo Linkreators.

Nella prossima lezione ti mostrerò come trovare i tuoi Linkreator, passo dopo passo.

Ma prima, ho bisogno di spiegare chi sono i Linkreators.

Linkreators = persone che gestiscono siti Web nel proprio settore o in un settore correlato.

Questo è tutto.

In altre parole, i Linkreators sono le persone che hanno il potere di collegarsi al tuo sito e condividere i tuoi contenuti con il loro pubblico.

E questo è il gruppo per cui Jim dovrebbe creare il suo contenuto.
Sfortunatamente, come Jim, ho dovuto imparare questa differenza nel modo più difficile.

Come ho menzionato nel modulo introduttivo, uno dei miei primi siti web, un blog nello spazio per dimagrire, lo era un fallimento colossale.

Nello specifico, i miei Linkreators mi hanno detto che il mio contenuto non era abbastanza approfondito. E a loro non piaceva la lista post.

Quindi, nonostante stavo pubblicando costantemente ottimi contenuti, ai miei Linkreators non piaceva, quindi non gli ho fatto ottenere qualsiasi link.

E nessun collegamento significava nessun reale traffico.

Steve si rese conto che i suoi Linkreators non tendevano a condividere i post degli elenchi con piccoli suggerimenti, ma tendevano a collegarsi alle massicce guide finali che coprivano un argomento in modo approfondito.

Così Steve si è concentrato al 100% sulla creazione di contenuti che piacessero ai suoi Linkreators, come questa guida definitiva.

E dato che il contenuto di Steve è stato progettato specificamente per i suoi Linkreators, che ha recuperato i backlink in un brevissimo periodo di tempo.

Quindi, dopo il fallimento del mio blog di economia, ho deciso di lanciare un altro sito in una cosiddetta nicchia “noiosa”.

E ho fatto in modo di non ripetere lo stesso errore che ho fatto con il mio blog di economia.

Questa volta, ho creato contenuti specifici per i miei Linkreators (blogger per la finanza personale). E perché quello i contenuti del sito hanno fatto appello a Linkreators, passando da zero a $ 10.000 / mese di entrate in meno di 4 mesi.
Inutile dire che ho usato questo approccio focalizzato su Linkreator quando ho iniziato a utilizzare SEOJAM.

Oggi … SEOJAM si colloca per alcuni dei termini più competitivi nel settore SEO. Anche se ho lanciato SEOJAM nello spazio di marketing online affollato e competitivo, ne ho avuto la maggior parte queste classifiche entro pochi mesi dal lancio del sito.

Il mio segreto?

Ho creato contenuti che si rivolgevano direttamente ai Linkreators nel mio settore. E lo faccio ancora.
In effetti, per quanto possa sembrare pazzo, quando si tratta di creare contenuti, i miei lettori e potenziali clienti sono una seconda priorità per i miei Linkreators.

Per esempio, diamo uno sguardo a uno dei miei pezzi di maggior successo, 21 Actionable SEO Techniques che puoi usare adesso.

In questo post ricerco tattiche SEO avanzate quasi al 100%, come la creazione di collegamenti interrotti e l’estensione della posta elettronica psicologia.
Pensaci per un secondo: pensi che il 95% delle persone che leggono il mio contenuto ne abbiano idea che cos’è il link building?

Ovviamente no.

(A proposito, illustrerò il mio approccio unico alla creazione di collegamenti interrotti nel modulo 3).

Quindi, perché copro la costruzione di link non funzionante? Perché so che le tattiche come il collegamento interrotto fanno appello a persone che possono condividere e collegare al mio contenuto.

Nello specifico, i blogger che scrivono sul SEO … qesti sono i miei reali Linkreators. Certo, ho un post occasionale che parla al mio pubblico più ampio. Ma il 90% dei miei contenuti è mirato direttamente ai Linkreators.
E questa è la ragione principale per cui riesco a posizionarmi cosi’ bene.

E non fare errori: l’approccio incentrato su Linkreator non funziona solo per i blog. Come vedrai piu’ avanti, trovare i tuoi Linkreators aiuta anche i siti di e-commerce e gli affari basati sui servizi a salire classifiche.

Ad esempio, lo screenshot che vedi qui è di uno dei nostri studenti, Freddie Chatt, che gestisce il marketing per un sito di e-commerce. E la base del suo successo è stata la pubblicazione di contenuti specifici progettato per i suoi Linkreators.

Ti mostrerò esattamente come trovare i tuoi Linkreator, passo dopo passo, nel prossimo articolo.

Ma per ora, concludiamo le cose con un ultimo esempio.
Chiunque mi abbia incontrato sa che adoro The Four-Hour Workweek di Tim Ferris.
Quello che NON puoi sapere è che, sebbene il libro sia popolare oggi, non è stato un enorme successo il primo giorno.
Quando Tim ha lanciato il libro, non ha avuto un enorme budget di marketing o l’aiuto dal suo editore a promuoverlo.
La maggior parte delle persone nella sua posizione avrebbe colpito il circuito del tour dei libri: facendo discorsi e acquisti nelle librerie come Barnes and Noble.
Ed è così che la maggior parte delle persone si avvicina al loro content marketing. Fanno appello alle masse.
Ma Tim ha un approccio diverso: ha fatto appello direttamente ai suoi Linkreators.
Invece di cercare di ottenere il suo libro di fronte a quante più persone che poteva, lo ha ottenuto di fronte alle persone giuste.

Vale a dire, i blogger della tecnologia nella Bay Area.
Ma perché?
Sapeva che queste persone avevano lo sfogo – blog popolari e account di social media – per diffondere la voce sul suo nuovo libro.

Così si assicurò che il suo libro piacesse a questi mediatori di potere.
E ha funzionato!  Questi blogger hanno condiviso il suo libro con il loro pubblico, e il resto è storia. Nelle lezioni successive di questo corso ti mostrerò come trovare i tuoi Linkreators … e come creare contenuti simili saranno felici di collegarsi e condividere.

In questo momento tutto ciò che devi fare è capire che vuoi scrivere contenuti che facciano appello alla gente eseguire siti nella tua nicchia o in una nicchia correlata (i tuoi Linkreators) … non le masse.

A volte ci sarà il crossover. Ma se vuoi avere successo con la SEO oggi, devi mettere il Linkreators davanti al tuo pubblico di destinazione.

Ora non ti preoccupare di alienare potenziali clienti o clienti con i tuoi contenuti: piu’ avanti lo farò spiegandoti come creare contenuti che facciano appello ad entrambi i gruppi.

Ma per ora, riassumiamo rapidamente ciò che abbiamo trattato in questa lezione.
Hai imparato che molte persone lottano con la SEO perché creano contenuti che fanno appello al loro obiettivo cliente.

Invece, ti ho mostrato perché creare contenuti per i tuoi Linkreators – persone che hanno la capacità di condividere e link al tuo contenuto – è la Chiave reale!

E nel prossimo articolo ti mostrerò ESATTAMENTE come trovare i tuoi Linkreators.

Quindi ci vediamo la prossima settimana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *